La Cappella

La Cappella

Le notizie più remote della cappella San Giovanni risalgono al 1552. Come risulta infatti da documenti attendibili, in quell’anno il territorio era già noto con questo nome per la presenza della Cappella dedicata appunto a San Giovanni. 

“Nel 1552, ci racconta G. Marocco, ad istanza della Comunità di Collevecchio, mediante l’interposizione de’ Signori Cruciani, primari di detto paese, il padre generale de’ Cappuccini spedì alcuni frati per la formazione di un convento in tale luogo chiamato S. Giovanni, perché v’era una cappella dedicata a tal santo, ed unita ad un casamento competente de’ stessi signori Cruciani”. 

Nel 1615 il territorio con tutti i fabbricati di Villa San Giovanni, fu dato in concessione ad Ortenzio De Rubeis, Commissario della Camera apostolica. 

Nel 1627-28 il di lui figlio Mons. Pierfrancesco de Rubeis, ristrutturò completamente la cappella dotandola di nuove suppellettili e di un finanziamento per le sacre celebrazioni. Quando nel 1928 la tenuta fu acquistata dall’ing. Augusto Maggiorani, nonno dell’attuale proprietario, la cappella, come il fabbricato, furono ristrutturate nel rispetto dell’antico disegno.  La tela dipinta, di cui parlano i documenti non c’è più, ma è intatta la cornice in stucco antico e l’antica acqua santiera.

La Cappella oggi rimane consacrata e di tanto in tanto vi si celebrano anniversari e ricorrenze della famiglia e degli amici di famiglia.

Effettua Prenotazione

Nome (richiesto)

Cognome (richiesto)

Telefono (richiesto)

La tua email (richiesto)

Data di arrivo (richiesto):


Data di partenza (richiesto):


Adulti (richiesto)

Bambini

Messaggio

informativa per il trattamento dei dati personali Accetto

Inserisci il codice: captcha